Teatro

Teatro dei Luoghi Fest: al via l'edizione dedicata ad Alessandro Leogrande

giovedì 12 luglio 2018
Dal 14 luglio al 14 settembre: il premio Nobel Nelly Sachs, la danza di Francesca Foscarini, la mostra fotografica interattiva di Francesca Fiorella e tanto altro.

Al via Il teatro dei luoghi fest & Fineterra, un progetto del Teatro Koreja dedicato quest’anno allo scrittore Alessandro Leogrande, recentemente scomparso. Dal 14 luglio al 14 settembre il teatro è in festa: 14 giorni, 11 compagnie, 1 nuova co-produzione, 4 progetti di comunità, 2 spettacoli di danza, 1 mostra fotografica e incontri internazionali; 13 luoghi coinvolti in 4 comuni salentini, 3 Paesi fra Italia, Albania e Kossovo per un festival multidisciplinare e transnazionale che terminerà con un grande protagonista del teatro contemporaneo.
Tantissimi artisti si avvicenderanno fra il Convitto Palmieri, il Museo Castromediano, la Casa Circondariale Borgo San Nicola, il Teatro Romano, il Teatro Apollo, i Cantieri Teatrali Koreja di Lecce; e poi il Castello Aragonese di Acaya, la Chiesa da Santa Caterina a Specchia, Palazzo Grassi ad Aradeo oltre che il Teatro Nazionale di Scutari e l’Anfiteatro del Lago di Tirana in Albania e il Teatro Oda di Pristina in Kosovo.

Si parte con una serata al femminile. Sabato 14 luglio 2018 alle ore 21.00 la danza di Francesca Foscarini accoglierà gli spettatori al Museo Castromediano con GOOD LACK, un trittico di soli che si compone di Back Pack, John Tube e Let's Sky, tre quadri indipendenti ma legati tra loro. Il tema dell'assenza, da cui trae spunto il titolo, giocando con l'ambiguità di senso (buona fortuna/buona mancanza o assenza), traccia un percorso, un filo conduttore, un ponte tra questi tre diversi territori. In Back Pack, lo zaino, come il guscio di una tartaruga, nasconde, offre protezione, pesa, contiene un'abbondanza variopinta di oggetti che modificano, determinano il farsi e il disfarsi dell'immagine del corpo sulla scena che in John Tube poi lascia spazio ad un tubo nero di plastica, alto centosettanta centimetri.

"John" con il suo silenzio e immobilità totemica diventa elemento catalizzatore di significati e di luoghi immaginari che si dissolvono subito dopo con l'irrompere nello spazio del gesto ripetitivo di Let's Sky dove scatole di cartone racchiudono un corpo che sembra non aver più parvenze reali.

Un progetto di e con Francesca Foscarini
Videoinstallazione Fiorenzo Zancan
Cura della tecnica Luca Serafini
Accompagnamento alla ricerca Ginelle Chagnon e Cosimo Lopalco
Produzione VAN
Con il sostegno di Centro per la Scena Contemporanea di Bassano del Grappa (I); Centro Jobel Residenza
Teatrale (I); MiBACT

A seguire, alle ore 22.15 ci si sposterà nel cuore del centro storico cittadino dove le suggestive rovine del Teatro Romano faranno da cornice a LETTERE DALLA NOTTE, una raccolta di testi di Nelly Sachs, una delle voci poetiche più appartate e potenti del Novecento, premio Nobel nel 1966, e ora riscoperta da Chiara Guidi in collaborazione con Elena Di Gioia. Dentro le sue parole, nella polvere che spesso evoca, si intravede il cammino doloroso dei popoli e delle genti, cui la poesia dà voce facendo scaturire la musica.
Per incontrare Nelly Sachs, grazie alla traduzione di Anna Ruchat (per Giuntina) e alla musica eseguita dal vivo dall’autore Natàn Santiago Lazala, Chiara Guidi darà voce non solo ad alcuni testi epistolari tratti da Lettere dalla notte, ma anche a una parte del carteggio che ebbe tra il 1954 e il 1969 con una delle voci più intense della poesia, Paul Celan, con cui condivise la condizione di esule dalla storia e dalle ferite del Novecento. Fondatrice con Romeo e Claudia Castellucci della Socìetas Raffaello Sanzio, oggi Societas, la Guidi ha sviluppato una personale ricerca sulla voce come chiave drammaturgica nel dischiudere suono e senso di un testo, ma anche come corpo, azione, disegno, rivolgendo la propria tecnica vocale sia a produzioni per un pubblico adulto, sia elaborando una specifica concezione di teatro d'arte infantile.

Nella messa in scena dello spettacolo, Chiara Guidi prevede la formazione di un coro cittadino di voci, ogni volta raccolto nella città ospitante, cui consegnare alcune poesie dell'autrice. Nel teatro Romano saranno 70 i cittadini di tutte le età partecipanti al progetto che contribuiranno a dare voce concreta allo spirito di Nelly Sachs.

con Chiara Guidi e il coro leccese
musica eseguita dal vivo dall’autore Natàn Santiago Lazala
cura del suono di Andrea Scardovi
traduzione di Anna Ruchat
produzione Societas in collaborazione con Liberty

Dal 14 al 21 luglio, a partire dalle ore 19.00, al caffè letterario di Lecce sarà possibile visitare LO SGUARDO FUORI: la mostra fotografica interattiva propone alcuni scatti di Francesca Fiorella che raccontano il percorso delle partecipanti al progetto di lettura teatralizzata realizzato da Koreja nella Casa Circondariale Borgo San Nicola di Lecce e intitolato Leggere Dentro - Niente ci fu tratto dal libro di Beatrice Monroy. Oggi, questa speciale versione del testo è un audiolibro pubblicato sul portale Mixcloud. Attraverso un QR-code, ogni scatto racconterà un estratto dell’audiolibro.


Il Teatro dei Luoghi & Fineterra 2018 è realizzato con il sostegno di Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo, Fondo per lo sviluppo e la coesione 2014-2020, Unione Europea, Regione Puglia e dell’Assessorato all’Industria Turistica e Culturale, PiiiL Cultura, Teatro Pubblico Pugliese, Istituto Italiano di Cultura di Tirana, Polo Biblio Museale del Salento. In partnership con Provincia di Lecce, Soprintendenza archeologica belle arti e Paesaggio per le province di Brindisi, Lecce e Taranto, Comune di Lecce, Comune di Aradeo, Comune di Specchia, Città di Scutari, Città di Pristina, Città di Tirana, Cinema del Reale, Qendra multimedia, Code Partners, Teatri Oda, Caffè Letterario, SAC Salento di Mare e di Pietre.


Vista la vocazione fortemente turistica del Festival, quest’anno sono stati introdotti degli speciali QR-code sul catalogo con un collegamento diretto a Google Maps che guiderà gli spettatori nel luogo di ogni spettacolo.


BIGLIETTERIA
INGRESSO UNICO €8
GOLD CARD €25 Ingresso valido per tutti gli spettacoli

INGRESSO GRATUITO
Lo sguardo fuori; Niente ci fu; Risvegli; Cavalieri Erranti;

FUORI ABBONAMENTO
TECNO-FILÒ (Marco Paolini)
Ingresso unico €20
Possessori di Gold Card €15

INFO:
Info: 0832/242000 – 370/3035395
Cantieri Teatrali Koreja, via Guido Dorso, 70
www.teatrokoreja.it

 
Altri articoli di "Teatro"
Teatro
13/08/2018
Lunedì 13 agosto la rappresentazione scritta a ...
Teatro
14/07/2018
Sipario in villa Tamborino con un altro appuntamento ...
Teatro
16/06/2018
Da lunedì torna a Villa Tamborino la rassegna di ...
Teatro
05/04/2018
Alla Corte de’ Miracoli di Maglie, dal 17 marzo al 27 ...
Cause scatenanti, percentuali di mortalità e precauzioni.   La storia di una paziente salentina morta ...