Altri Sport

Petranca secondo alla mezza maratona Roma-Ostia: "Troppi pregiudizi su podisti non vedenti"

domenica 11 marzo 2018
L'atleta di Corigliano d'Otranto ha partecipato alla gara insieme alla sua guida Sadiddin Absi. La proposta: "La Fidal istituisca una lista di persone che vogliono accompagnarci".

I podista di Corigliano D'Otranto Stefano Patranca si è classificato secondo alla mezza maratona Roma-Ostia nella categoria paralimpica. La gara si è svolta oggi: Patranca, 41enne non vedente ha percorso 21km insieme alla sua guida Sadiddin Absi. Non è la prima volta che Patranca, centralista del Comune di Maglie, gareggia: lo scorso ottobre ha partecipato alla mezza maratona di Valencia e alla maratona di San Valentino di Terni.
Qualche giorno prima della gara aveva dichiarato all'Agi: "Anche chi non vede riesce a fare attività' sportive e ad ottenere risultati apprezzabili. Lo sappiamo con le Paralimpiadi e via dicendo. Pero' continuano ad esserci pregiudizi su di noi. Con le guide noi riusciamo ad essere liberi, ad esprimere le nostre emozioni e fare sport, ma non sono tante le persone che si mettono a nostra disposizione. Io, ma anche altri colleghi, ricorriamo ai social per cercare qualcuno che ci accompagni".

Stefano avanza quindi una proposta: la Fidal metta in piedi una struttura fatta di persone disposte a fare da guide per gli ipovedenti e i non vedenti, perche' diversamente "non e' facile trovare qualcuno disposto ad accompagnarci. Io devo allenarmi sul tapis roulant perche' non so a chi affidarmi se voglio allenarmi".
E poi c'e' il fatto che "ancora in tanti pensano non proprio bene di noi, per strada c'e' tanta gente che quando ci incrocia trova da obiettare qualcosa, fanno battute nei nostri confronti, e non sono certo piacevoli le cose che ci sentiamo dire mentre passiamo, accompagnati dalle guide a cui siamo legati con una cordicella. Non ci arrendiamo, facciamo vedere che anche noi possiamo correre ed anzi avere il diritto di poterlo fare". "Quel cordino - commenta Stefano - non significa essere legati alla guida ma essere uniti dalla stessa passione: loro ci mettono gli occhi, noi il il cuore".

Altri articoli di "Altri Sport"
Altri Sport
28/06/2018
Dopo l'ottimo campionato di serie B, entra nel vivo la stagione agonistica 2018. Baglivo: ...
Altri Sport
15/06/2018
Nel primo turno dei playoff, per la promozione in A2, il CT ...
Altri Sport
11/06/2018
Sconfitta indolore per la squadra salentina, che chiude la ...
Altri Sport
09/06/2018
Oltre alla gara agonistica le gare del settore giovanile ...
Allergie, evitare le tragedie attraverso la consapevolezza. L'allergologo Minelli: "Smettiamo di dire che le ...