Cronaca

Armi e droga nascoste nella cassapanca: in manette il figlio dell’ex sindaco Tamborino Frisari

venerdì 9 marzo 2018

Il 38enne è stato sorpreso in casa con fucili, droga, coltelli e munizioni. Tutto il materiale rinvenuto è stato sottoposto a sequestro.

Armi, droga, munizioni e un coltello nascosti in una cassapanca. A finire in carcere, Franco Tamborino Frisari, 38enne, figlio di Giulio Tamborino, ex sindaco di Maglie nel 1993, unico primo cittadino a essere eletto al di fuori della nomenclatura democristiana.

Tra gli avi della storica stirpe nobiliare magliese, si conta anche un Senatore del Regno e in città lo stadio e la villa comunale portano il nome di famiglia. Erano proprietari dell'omonima banca che aveva numerose filiali sparse per il Salento. Negli ultimi anni erano impegnati nella produzione di olio sotto l’etichetta Corte de’ Droso.

Franco Tamborino è finito in carcere per detenzione abusiva di munizioni da guerra, ricettazione, porto illegale di arma e detenzione di arma clandestina, detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente scoperti dai carabinieri di Maglie, con l’aiuto del nucleo cinofili di Modugno, all’interno della sua abitazione.

Al termine della perquisizione domiciliare, sono stati ritrovati all’interno del mobile un fucile semiautomatico, cal. 12, marca beretta, con matricola abrasa e canna e calciolo accorciate; un fucile con canne giustapposte, privo di marchio del fabbricante, cal. 12, con matricola abrasa, canne e calciolo accorciate; un fucile sovrapposto, cal. 12, marca beretta, con matricola abrasa, canne e calciolo accorciate; una pistola semiautomatica, marca taurus, calibro 9x21, con matricola abrasa e colpo in canna stesso calibro; 35 proiettili, 250 cartucce da caccia, cal. 12.

E ancora un involucro in cellophane contenente 100 grammi di “marijuana”, una bilancia da cucina, un coltello in acciaio lungo 32 cm con lama lunga 20 cm.

Il materiale ritrovato è stato sottoposto a sequestro per successivi accertamenti, per capire da quanto tempo erano in casa dell’arrestato e la provenienza di quanto ritrovato. Tamborino è stato condotto nel carcere di Lecce, a disposizione dell’autorità giudiziaria.

 

Altri articoli di "Cronaca"
Cronaca
20/09/2018
Almeno dieci persone coinvolte nel violento diverbio scoppiato nella ...
Cronaca
18/09/2018
Le manette sono scattate a seguito dei controlli dei militari del Norm di Maglie.  ...
Cronaca
15/09/2018
La decisione dei giudici del Tar che hanno accolto la ...
Cronaca
14/09/2018
La denuncia di Salvatore Donadei della Camera civile ...
“Nel Salento quello che manca è un centro di riferimento per la Sla che prenda in carico il paziente in ...