Cronaca

Prova a offrire 50 euro ai carabinieri per sfuggire a un controllo ma viene arrestato

venerdì 8 settembre 2017

Un anziano, fermato ad un controllo e risultato con alcune irregolarità sul proprio mezzo, ha tentato di eludere le verifiche allungando una banconota da 50 euro: immediato l’arresto.

Prova a sfuggire a un controllo, allungando 50 euro nella carta d’identità ai carabinieri che lo avevano fermato: ma l’idea dell’anziano, di origine armena, residente nel Salento, non è stata gradita dai militari della stazione di Bagnolo del Salento, configurandosi a tutti gli effetti come un tentativo di corruzione.

E, infatti, l’uomo è finito in manette, dopo essere stato fermato a bordo della sua auto e alla guida di un veicolo risultato sprovvisto di revisione in corso di validità. L'uomo presentava una carta di circolazione che riportava tagliandi delle revisioni periodiche presumibilmente contraffatti. L’auto, inoltre, risultava sottoposta a ben due fermi amministrativi.

Di fronte alla contestazione delle violazioni, l'uomo tentava a più riprese di dissuadere i militari dal procedere; di fronte alla determinazione di questi, inseriva alcune banconote all'interno della carta di identità, porgendola poi ai militari dicendo loro "Dai così vi andate a prendere un caffè e la finiamo qua". 

 

A tale affermazione i carabinieri in forza alla Compagnia di Maglie procedevano quindi ad arrestare immediatamente il soggetto, contestandogli il reato di istigazione alla corruzione e provvedendo, dopo le formalità di rito, ad accompagnarlo in carcere. Un tentativo di corruzione “maldestro” finito con le manette. 

Altri articoli di "Cronaca"
Cronaca
17/06/2018
Le segreterie provinciali dei sindacati, prendendo atto ...
Cronaca
17/06/2018
I due si erano resi protagonisti dei tafferugli scoppiati ...
Cronaca
16/06/2018
Stretta sui controlli tra Casarano e Ugento. Sono 15 le persone deferite in stato di ...
Cronaca
16/06/2018
La famiglia che ha donato la statua: "Se qualcuno ...
CON LE TEMPERATURE IN AUMENTO ATTENZIONE AI COLPI DI CALORE: IL RESPONSABILE DEL PRONTO SOCCORSO CI SPIEGA COME ...